Flaminia Cruciani: pietre come lapidi

Flaminia Cruciani, LAPIDARIUM, puntoacapo 2015
untitled

In questo Lapidarium non si raccolgono pietre per lapidare prostitute, omosessuali, idolatri, apostati, pedofili, qui nessuno viene avvolto in un candido sudario, ma si avvolgono, invece, nelle palandre del ridicolo coloro che coprono di anatemi i paradossi, il pensiero libero. (…) Desidero anch’io lanciare le mie pietre contro tutti quegli assessori alla cultura d’Italia che sottovalutano il valore formante del discorso poetico, lasciando che l’Italia soffochi sotto la Tirannia del Brutto e del deforme.
Tomaso Kemeny nella nota di presentazione
*
Il fuoco di questi aforismi, pur nella varietà dei temi, sembra essere lo splendore dell’amore e i suoi doni, “Riconduco ogni ‘patologia’ psico-esistenziale alla mancanza d’amore”. Quindi un’idea di un dio in fondo buona e rassicurante, “Addormentarsi in braccio a Dio”, che veicola la necessità della Verità per chi vive la vita, “Sospetto fortemente delle persone che usano spesso la parola onestà”, e per chi la scrive, “La verità è il primo gesto dell’uno contro l’altro”.
Vivere, dunque, vuol dire essere, ma questo non significa accettare e sostenere tutte le ipocrisie, tutti gli abusi. Sostenere che siamo solo quando non saremo più, è troppo facile. Se ci sarà un dio buono ad accoglierci –  “Lei ora è tranquilla, ha trovato il suo inquilino” –  il prima è la resistenza della vita a cui non possiamo sottrarci.
Queste lapidi, quindi, come tutti gli atti conclusivi, ci inchiodano alla riflessione dello specchio in cui possiamo percepire, almeno per un istante, l’abbassamento della maschera sociale.

Sebastiano Aglieco

*

La semplicità è difficile.

*

L’invisibile non va in vacanza.

*

L’amore e l’odio vivono dello stesso sguardo,
quando l’angelo custode si volge
precipita il demone.

*

I rapporti di sangue sono un aggravante.

*

Lasciami far parte delle disubbidienze, delle cose fatte per voglia fuori dai cordami, delle amate trasgressioni.  Attesa, come una stella cadente.

*

Fuori da chiese e da templi, lontano da dogmi e da comandamenti ci sono cuori innamorati di Dio.

*

Oggi esercizi d’invisibilità.

*

Non ho vuoti di memoria su chi ha provato a pulirsi i piedi sulla mia vita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...