Luigi Bressan: Per Gianfranco

Il terzo giardino per Gianfranco Altre acque salgono a lambire i piedi non c’è il cane a leccare il labile specchio né la folaga da un’incerta riva a immergersi e l’aria perché inganna dal tramonto fatta salda d’ombre senza fronde? Ma la luce ambrata dei giardini rosseggiante di fuochi autunnali come scalderà l’attesa del giorno …

Annunci

Un ricordo di Maurizio Casagrande

Addio, Gianfranco Avevo conosciuto Gianfranco Maretti Tregiardini grazie a Marco Munaro, suo sodale nella traduzione del quarto libro delle Georgiche virgiliane (Il Canto d'api, Il Ponte del Sale, Rovigo 2012) come di altri testi dai classici latini, o nell'amorevole cura dedicata ad un'epocale non-antologia a quattro mani sui poeti del Novecento (Il lampo della bocca …

Un ricordo di Gianfranco Maretti Tregiardini

"Gianfranco Maretti Tregiardini nasce a Felonica di Mantova l’anno 1939. Cultore di giardineria, latinità e pedagogia, è scrittore e poeta di nicchia. Legge i segni della natura e dell’esistere, le meraviglie dei felici e dei bambini."  Questo il breve profilo che ho copiato da una  pagina facebook, creata dagli amici per rendere omaggio alla figura di …

IL SEGNALE N. 108

LE COSE SENZA STORIA di Sebastiano Aglieco E poi il pollaio. Le cose senza storia. O fuori. Una carriola che non ha ruote. Un pozzo. Un secchio marcio privo di fondo. Il nome di uno scemo: Luigino. Piume dentro la rete, di gallina. Buchi dentro la rete. Trame rotte. Quello che non chiamate crudeltà. “Le …

Ultima

  Si conclude questo lungo omaggio a Pier Luigi Cappello. L’ho pensato insieme a Maurizio Casagrande, che mi chiamò per telefono il giorno prima della scomparsa di Pierluigi, informandomi della situazione. Io conobbi Pierluigi in occasione dell’ultima edizione del premio Montale Europa, nel 2004, che vincemmo ex equo insieme a Daniele Piccini. Il premio, come …

Con Pierluigi

Con Pierluigi di Aldo Colonnello Pierluigi Cappello è andato inniò all’alba del primo giorno di ottobre del 2017. Gli amici del “Menocchio”, assieme con Anna De Simone, Elisa, Erica, Stefania, Cristina e Gianni Fassetta, lo accompagnano, anche con le parole che ci ha lasciato in “Questa libertà” (pp. 89-90): Ognuno di noi ha il suo …

Danni Antonello: qualche verso e una traduzione

"Le piaghe ai piedi dei viandanti condannati allʼesilio, lʼimpossibilità di qualunque redenzione, lʼincarnata mendicità del poeta che canta per non morire, e canta per morire, lʼincuranza del cielo immobile guardone, niente di più, tutto il nostro niente." (Danni Antonello) "Les plaies aux pieds des errants condamnés à l'exil, l'impossibilité de rédemption quelconque, la mendicité incarnée …

Per Danni Antonello

Mi giunge la notizia della scomparsa di un altro giovane poeta, Danni Antonello. L'avevo conosciuto qualche anno fa, in occasione di una lettura. Mi aveva regalato una sua plaquette dal tono sociale assai alto e acceso "Italia", che poi avevo recensito in "Radici delle isole": Ho conosciuto Danni Antonello, autore di Italia, monologo di parola, …

offerta per il giorno dei defunti

Marco Munaro a Pierluigi Cappello   Acqua. Terra. Fuoco. Cielo. Acqua che sgorga e corre dalle rocce dei tuoi prati trafitta nelle mani. Terra che trema e si acquieta e torna a tremare immobile, prigioniera. Fuoco acceso d’amore nelle parole dette e soffiate nell’aria. Aria che riempie la stanza e ora finalmente ti dice: Vieni, …

Due poesie

DOVE (Per Pierluigi) di Luigi Bressan A Chiusaforte si va sul filo di vento nella gola a Scluse su ogni muro i segnali che è passato e come in nessun luogo tornerà per ripartire Come arrivarci ho ricopiato sul palmo della mano sinistra tanto ci sono già stato a trovarti in nessun dove INNIO’ Non …