I miei ultimi libri: Siracusa, frammenti del viaggiatore visionario – Infanzia Resa – Appunti prima del romanzo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Siracusa, frammenti del viaggiatore visionario, Unicopli 2019

PROFILO DEL LIBRO:
AUTORE:
Le città letterarie – n. 54
11,5×16,5
164
gennaio
euro 15,00
978-88-400-2052-5

*
Siracusa appartiene al novero di quelle città cariche di storia millenaria, oggetto di grandi viaggi e racconti straordinari, fin dall’antichità. Fonte di amori quasi irrazionali e di cogenti delusioni, la sua icona è ricostruibile solo a frammenti, e per approssimazioni. L’autore immagina un viaggio a ritroso verso i luoghi della sua infanzia e adolescenza, al fianco di uno dei più grandi scrittori siciliani che questa città l’ha cantata più di altri in libri struggenti; Vincenzo Consolo. Così i racconti dei luoghi si alternano alle contraddizioni della modernità e il mito si confonde con la grande storia. Siracusa custodisce l’ombra di figure memorabili: il Caravaggio del seppellimento di Santa Lucia; Freud, che osservando una statua di Archimede dal balcone del suo albergo intuisce la teoria dell’interpretazione dei sogni; lo scrittore Guy de Maupassant, innamorato della Venere Landolina; Pasolini che, visitando il territorio, immagina lo sfondo architettonico e sociale da dare al suo Vangelo secondo Matteo. E ancora: i grandi viaggiatori illuminati e romantici del Grand Tour, uno fra tutti, August von Platen-Hallermünd, che a Siracusa ha la sua tomba… Siracusa è anche il suo territorio, una provincia ricchissima di storia e cultura. Siracusa osservata da alcune postazioni memorabili: il teatro greco, la colonia di Megara Hyblea; il porto, castello Eurialo… Siracusa e il suo scrittore più illustre, Elio Vittorini. E infine: la città natale come luogo continuamente rimosso e riaffiorante in frammenti di ricordi e di immagini, piccoli e grandi episodi di un
personale romanzo di formazione.

 

***

 

Ecco il mio ultimo libro, poesie completamente dedicate al mio lavoro di insegnante e agli alunni che ho seguito in questi ultimi anni, a Milano.
E’ il primo titolo di una nuova collana diretta da Gabriela Fantato e pubblicato presso Il leggio Editore, di Sandro Salvagno, con una prefazione di Massimiliano Magnano e un’intervista di Vincenzo Di Maro.

Il mio sentito ringraziamento a Gabriela, l’Editore, gli amici Massimiliano e Vincenzo.

Il libro è disponibile presso il sito dell’editore http://www.leggioeditrice.it.
Inoltre,  www.ibs.it  ed altre librerie online italiane.

 

INTENTI DELLA COLLANA:

La collana Radici : la poesia per fondare il Futuro.
Gabriela Fantato

Nasce nel 2018 la nuova collana di POESIA “Radici” nelle edizioni Libreria Editrice Il Leggio, diretta dalla poetessa critica GABRIELA FANTATO.
La collana pubblicherà solo 3 – 4 libri ogni anno, raccolte di alta qualità, frutto del lavoro di autori/autrici che si caratterizzano per una scrittura di poesia avviata da tempo e che ha dato opere di valore. Potrà esserci spazio anche per autori/autrici con un esiguo numero di pubblicazioni alle loro spalle, ma la cui scrittura abbia un taglio riconoscibile, personale, frutto di un percorso preciso di ricerca.
In uscita nel 2018 i libri di: Sebastiano Aglieco, Marco Ercolani e Patrizia Puleio.
Perché solo libri di poesia in Radici ? Perché la Poesia oggi ha il valore di sempre: mostrare la potenza del linguaggio, riuscendo così a svelare il telos insito nel reale, l’intreccio tra Io e mondo, la relazione tra esperienza singolare e storia di tutti e il legame tra presente e passato. La poesia di Radici, quindi, tenta di dar voce a ciò che la routine del vivere nasconde e rende opaco, lanciando una sfida al nostro tempo, così frettoloso, assordante e cinico. La sfida dell’intensità, contro la chiacchiera diffusa; della verità esperienziale dentro il caotico divenire, individuando talora persino un destino comune dei viventi. La poesia ha oggi un compito etico a cui i Poeti sono chiamati, per questo i libri che verranno pubblicati in Radici ci regaleranno parole capaci di guardare la vita con occhi “acuminati”, convocando all’ascolto chi legge. Questa l’intenzione di chi la dirige, questa la strada da percorrere.
Con i libri di Radici intendiamo, quindi, restituire alla poesia un compito etico ed estetico insieme: dar voce alla Bellezza e all’intensità del sentire, facendo “resistenza” al tempo della cronaca, contrapponendosi al mare magnum attuale, in cui regnano il vacuo, il caos, la violenza e la smemoratezza.

 

***

APPUNTI PRIMA DEL ROMANZO è un quaderno di appunti in formato pdf, pubblicato come allegato dalla rivista in rete “la foce e al sorgente”. Si può scaricare liberamente qui:

 

Annunci