POETI IN e DI SICILIA: una nota di Mario Grasso ad alcune mie poesie

Raccolgo e conservo in questo blog un assai generoso commento di Mario Grasso apparso come introduzione a un mio manipoli di testi inediti in siciliano nel volume antologico:

POETI IN e DI SICILIA, crestomazia di opere letterarie edite e inedite tra fine secolo e primi decenni del terzo millennio, Volume I, Prova d’Autore 2019, Prolusione di Gaetano Vincenzo Vicari.

L’antologia raccoglie testi di poeti esordienti e poeti importanti, quanto misconosciuti, della Sicilia, tutti introdotti dal curatore Mario Grasso:

SALVATORE AGRATI, SEBASTIANO AGLIECO, SALVATORE BOMMARITO, MARIA BUCOLO, MARIA GABRIELLA CANFARELLI, EULALIA CANNIZZARO GUCCIONE, GIUSEPPE CARRACCHIA, IVANO CASTELLO, MARIO CONDORELLI, ANTONIO CONTILIANO, VINCENZO CRAPIO, ANDREA DI GESU’, SALVATORE DI MARCO, MASSIMILIANO DI PAOLA, VLADIMIR DI PRIMA, ANNALISA DISTEFANO, ERICA DONZELLA, GRAZIA DORMIENTE, LUCIO FALCONE, FRANCESCO FOTI, ANTONIO LEOTTA, MARISA LISEO, MASSIMILIANO MAGNANO, ROSA PAOLA MAIOLO, ANGELO MAUGERI, ENZO MELLIA, ADA NICOLOSI, FRANCESCO NICOLOSI FAZIO, SILVANA PASINETTI, CARMELO PASSANISI, RENATO PENNISI, DOMENICO PISANA, CALOGERO RESTIVO, TOMMASO ROMANO, CLAUDIA RUSSO, SARA SMIGORO, GIULIA SOTTILE, LUISA TRENTO MUSSO, ROCCO VACCA.

 

E’ prevista la pubblicazione di altri due volumi, con l’intento di testimoniare la poesia siciliana del Novecento. Li attendiamo con grande interesse.

*
E’ sorprendente, anche per chi presume di conoscere le varianti del siciliano, il dialetto sortinese di Sebastiano Aglieco. E per non dire quanta informazione questa poesia fa in tempo a salvare dal dimenticatoio della nuova tendenza epocale all’usa e getta. Aglieco è noto in Sicilia e nella Penisola per la grazia singolare della sua poesia. Forse non lo è abbastanza come poeta siracusano. Ma non è un suo demerito. I lettori di queste pagine che accolgono brevi lacerti della sua produzione capiranno e avranno modo di confrontare. E’ la poesia della memoria. Una memoria che sa scegliere e selezionare al momento di “celebrare” il ruolo delle cose in quanto materia e la realtà di quanto ha occhi, siano rondoni o rondinelle, sia l’asino che tira l’aratro. E sono scuotenti e provocano emozioni i ricordi dell’infanzia e dell’adolescenza, i ricordi coniugati con il lessico familiare (Diario in pubblico) in tutta la sua genuina spontaneità come vita. Si dice vita come gioia o duolo esistenziale, ma anche come pensiero ( e rifiuto di tornare) e come elemento connaturato per una civiltà territoriale con le sue regole e i suoi riti (si legga U SCANTU e l’esorcizzarlo nella notte di Natale). Non ci sono confronti che possano meritare attenzione quanto ne merita la produzione letteraria in dialetto di Sebastiano Aglieco. Autentico erede di un operatore di cultura dimenticato, proveniente dalla stessa area della provincia aretusea, Sebastiano Aglianò ( che non ha lasciato versi ma una “scheda di identità” della Sicilia dei suoi anni). Anche se, per questa volta con la “marcia in più” in Aglieco, di una spontaneità di geniali carature in creatività letterarie; genialità che Aglieco elargisce anche con la sua missione di insegnante, e in una regione lontana dalla sua Sicilia e dai suoi ricordi divenuti letteratura. E non trascuriamo una nostra intuizione, quella di poter dare ai colleghi siciliani di Aglieco una nuova “misura” di confronto.
Mario Grasso

*

Vita Nova

Iu vògghiu sciògghiri sti quattru
chiùmmi nna notti ro risbìgghiu
affucàri u scantu nna l’aqqua
nova, vattiàrimi ri ciàuru ri gigghi
iànchi, iàncu comu na vampàta
c’abbrùcia ri iàutu
struppiàrimi a nginucchiùni
sbirticchiàrimi, cuntentu
che frazza sbannicàti.

*

Vita nuova

Io voglio sciogliere questi quattro
nodi la notte di Natale
affogare la paura nell’acqua
nuova, battezzarmi con l’odore di gigli
bianchi, bianco come una vampata
che arriva dal cielo
sbucciarmi le ginocchia inginocchiato
aprirmi alla gioia, radioso
con le braccia spalancate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...