ALTRO SU SCIASCIA

Su LUNARIO NUOVO, si può leggere questa lunga recensione a proposito del volume di interventi dedicato a Sciascia.

L’incontro con i testi di Sciascia si apre, nella mia lettura, con Sebastiano Aglieco e il suo contributo “Sciascia in ritardo”. I testi, i grandi testi letterari sono sempre risposte anche al lettore: «leggere è leggersi, trovare nell’altro qualcosa che appartiene a noi stessi». Da una iniziale lontananza, uno scrittore può risultarti amico, illuminante, nel momento di scelte gravose nella tua vita, come quella di partire dalla terra natale. E sono le parole di Sciascia, quelle conclusive de “Il giorno della civetta”, a fare chiarezza dietro «la storia misteriosa» e casuale degli «accadimenti», a risultare quasi un viatico per i giovani siciliani, che su un treno, allora per Aglieco, su un aereo oggi, scelgono di andare via dalla Sicilia: «Al diavolo la Sicilia, al diavolo tutto. Ma prima di arrivare a casa, sapeva lucidamente di amare la Sicilia e che ci sarebbe tornato. “Mi ci romperò la testa”, disse a voce alta».

(Andrea Manganaro)

 

CONTINUA QUI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...