Premio di poesia Umbertide 2018 (4)

SEZIONE B – Poesia Inedita (Autori partecipanti n. 144)

1° classificato:
MELANIA PANICO

La poesia, senza titolo, mette in scena una dizione privata, forse d’amore, metaforicamente dominata da due coppie di opposti: luce e ombra, da un verso, movimento e immobilità, dall’altro. Questi due orizzonti alludono a una relazione difficile, dove i due soggetti perdono consistenza, sostituiti da una serie di immagini evocative (“costruire un recinto intorno alla luce”, dare “spazio alle crepe”, “stendere la lista delle possibilità”, “fare il nodo in gola alla notte”, “mangiare la luna”), in cui i verbi d’azione lasciano intendere una possibilità riconciliativa, dopo un passato tormentato. Interessante l’uso di parole di matrice romantica (luce, notte, luna) in un’organizzazione sintattica tendenzialmente discorsiva, in grado di attenuarne la valenza simbolista, pur mantenendo, nel complesso, una tensione emotiva che si trasmette anche al lettore. Ed è proprio questa a diventare il vero contenuto della lirica: non la vicenda storica, bensì quella emozionale, che ci restituisce l’essenza di quanto è accaduto, cresciuta, nell’io narrante, tra “tempesta” e “danza”, tra delusione e attesa della rinascita.

Stefano Guglielmin

Melania Panico (Napoli, 1985) è poeta, filologa, critico letterario. Lavora nel settore editoriale. Ha pubblicato Campionature di fragilità (2015) e la plaquette Cactus, libro d’arte in collaborazione con il fotografo M. Anatrella (2018). Come critico collabora con la rivista letteraria ClanDestino. Cura la rassegna “Poesia in Galleria” presso la galleria d’arte Carpentiero di Napoli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...