Gian Mario Villalta: Vai al dolore

primo marzo 2017
per P.C.

Vai al dolore, e subito è oggi, alla nausea
vai, all’ago che conta i tuoi giorni
e li inchioda al sorriso, alla povera gloria
che doni al tempo con i versi tuoi,
e fai credere a noi pure di meritare.

A quest’ora ti invade uno schifo di male
per sconfiggere il male, e ti vedo
gli occhi pieni di luce alla finestra in attesa
di correre fuori, oggi che la scuola è chiusa
per troppa neve
e Chiusaforte è una roccia
piena di vento.
Sei sempre stato lui.
Lo sarai sempre.

Tu non lo sai, non sai più niente: è inverno,
è vento, è roccia e il cielo pulito stordisce di neve e di luce.
Inutile gridare evviva! Chiedere un altro minuto.
Tutto è in attesa di compiersi e tutto è già compiuto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...