Anna Bergna: Soffitto e pavimento

Anna Bergna: SOFFITTO E PAVIMENTO, Tera Mata 2017

Illustrazioni di Francesco Scuto

Note di lettura di Sebastiano Aglieco

Non credo debbano esistere libri per bambini e libri per adulti. Non nel senso che non debba esistere una letteratura specialistica, ma nel senso che un buon libro dovrebbe riuscire a parlare al bambino che siamo stati e all’adulto che diventeremo.

Non è un caso che il libro più stampato al mondo sia “Il piccolo principe”, un ibrido straordinario sospeso tra favola, racconto biografico e romanzo di formazione, il cui successo consiste probabilmente nel senso della dedica posta ad esergo: “Tutti i grandi sono stati bambini, una volta, ma pochi di essi se ne ricordano”.

Queste poesie di Anna Bergna sono un ottimo esempio di una lingua che non scimmiotta l’infanzia, come purtroppo capita di leggere, e che, nello stesso tempo, non imprigiona il testo in formule sterili. Sono poesie, piuttosto, che si tengono su un livello alto di stimolazione sensoriale e intellettiva, due elementi che costituiscono l’impalcatura della lingua poetica, strumenti potentissimi di attivazione di sensibilità e pensiero.

Non esiste, in effetti, l’intoppo della difficoltà quando si leggono poesie ai bambini. Il problema può insorgere, piuttosto, se si punta il dito sulla comprensione unidirezionale, piuttosto che su un vasto ventaglio di possibilità e di sensi.

Mi è capitato, leggendo il manoscritto non definitivo di questo libro, di proporre in lettura alcuni testi ai bambini della mia classe e di invitarli a produrre delle variazioni.

E’ sempre una grande soddisfazione osservare come la poesia, non quella elementare delle cantilene e delle filastrocche, riesca a produrre “liaison”, e quindi altre lingue.

Qualche esempio:

Se non ci fosse cielo ci sarebbe terra? Come un lieve sospiro di candida neve, e una cascata lontana. Se il giorno è corto e la notte è fredda c’è un fruscio nell’aria che mi addossa le sue mani: “il lieve respiro”. (Zoe)

*

Il cielo è una calamita che ci insegna solo la paura più grande e dolorosa della polvere dei poeti. (Riccardo)

*

Seme sotto la neve che osserva il bianco, pensare d’estate altezza d’inverno. Sognare, parlare, aiutare il vento del mio sogno di speranza che si avvera. (Miriam)

*

La terra è profonda, dal cielo che esplode, dal fuoco demente, piangente precipita la morte. Sotto il canto di pace verde al fianco ritrovi poesia e davanti la felicità di foglie linfose. (Karim)

“Soffitto e pavimento” è un bel titolo per indicare due percorsi che procedono in direzioni diverse, senza tralasciare tutto quello che ci sta in mezzo: la vita nelle sue infinite sfaccettature e nella vasta gamma di sensazioni, sentimenti, stati d’animo, pensieri.

Dal punto di vista dei contenuti, queste poesie, poi, riescono a evocare un mondo incantato di cose concretissime, una natura perennemente immersa nel ciclo delle stagioni che uno sguardo cittadino non riesce più a cogliere. La poesia di Anna Bergna, allora, si trasforma in una piccola trivella/giocattolo per sondare quanta acqua delle sorgenti profonde ci sia rimasta da bere e quanto la nostra rinuncia a “pensare col cuore” ne abbia inaridito il mistero. E sono domande incessanti sul mistero delle cose, le stesse domande che possono porre i bambini con estrema sincerità, con grazia e ferocia. Domande a cui, a volte, può seguire una risposta che è frutto dell’attesa e dell’esperienza del contadino, della sua zappa che scrolla la terra e delle sue mani che proteggono i semi.

Mi piacerebbe, insomma, che questo libro insegnasse ai bambini e ai grandi che si sono dimenticati di essere stati bambini, l’arte dell’attesa, la cura delle cose che durano veramente, il lento respirare della terra e del cielo.

Sebastiano Aglieco

http://www.teramata.it

 

Annunci

One Reply to “Anna Bergna: Soffitto e pavimento”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...