dal cellulare

non distinguo più tra buoni e cattivi poeti ma tra ipocriti e persone per bene. questo non preclude l’attenzione, l’accoglienza, l’ascolto, ma é per la dignità e la serietà del proprio stare al mondo. la libertà di poter guardare l’altro a testa alta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...