La scatola sonora 56

Il realismo musicale spesso ci mette davanti situazioni squallide, verissime, che la musica sa approfondire nei risvolti più intimi, facendo scattare la molla dell’auto riconoscimento e della pietas. Succede, per esempio, in questa celebre aria, fra le più note. Bisogna mettersi alle spalle tutto il bigottismo del già sentito, del già visto, per apprezzarla totalmente. Perché succede veramente questo a una persona tradita; succede esattamente così. E’ nella capacità di ri/conoscersi immediatamente il segreto di questa musica, colta e popolarissima nello stesso tempo, che non lascia tempo alla meditazione e al distacco. O ci caschi dentro o meglio starne alla larga.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...