Di me

Sono nato a Sortino, il paese degli asini della Cavalleria Rusticana, il 29 gennaio 1961, sotto il segno dell’acquario.

  Lì vicino c’è Pantalica, terra del mitico re Hiblon, dove mia madre andava a giocare da bambina nascondendosi nelle tombe artificiali scavate sulle pareti.

  L’ascendente è il sagittario: un misto di slancio, quindi, e di dura corda che ti riporta alla terra, ai compiti e al dovere. Ma col fuoco dei pensieri.

  Ho vissuto fino a 24 anni a Cassibile, in provincia di Siracusa, il paese in cui fu firmato l’armistizio del ’43. Ho riconosciuto mio nonno, carabiniere, in un filmato, mentre entravano gli alleati appena sbarcati sulle coste del mio mare.

  Mai mestiere mi si addice di più: faccio il maestro. Lo slancio verso le stelle deve fare i conti col matriarcato che vige a scuola; con l’acqua stagnante della femmina che tutto trattiene e vuole, e obbliga.

   Ho pubblicato diversi libri di poesia – vedi bibliografia. Duro lavoro per il riconoscimento di una stima minima – che ancora traballa – sospeso come sono in questa generazione di limbo nella quale i giovanissimi ci hanno cacciati per risolvere definitivamente i conti con i fratelli maggiori che non sono mai diventati maestri.

  Posso dire che il mio lavoro, ufficialmente per la critica, incomincia con “Giornata”, anno 2003. Il prima è tabù.

  La mia scrittura è stratificata in anni di duro sentire, conservato in quaderni e altri libri inediti, tutti risposti nell’armadio di una casa, in montagna.

  Grazie a Dio, vivo e mi occupo di altro. Questo altro traspare, in parte, ed è visibile. Basta andarlo a cercare. Per il resto la scrittura abita anche la casa, il corpo come casa. E questa parte di me è sotterranea.

23 Pensieri su &Idquo;Di me

  1. Ciao, Sebastiano. Un vecchio amico della “rosa necessaria” mi ha chiesto informazioni su vari autori che scrissero per la rivista. Qualche ricerca in rete e il desiderio di salutarti. Nicola Sguera.

  2. Ciao Sebastiano,
    solo “sbirciando” nella rete ho potuto finalmente ritrovarti.
    Dopo la mia forzata latitanza fuori dall’isola per motivi di lavoro, e non appena
    esservi rientrato, non ho fatto altro che chiedere di te.
    Ormai gli amici di un tempo son volati, insieme ed inesorabilmente, con gli anni.
    Mai nessuno mi ha dato le giuste coordinate per poterti riabbracciare: “Ma sai, è stato qui a
    Cassibile qualche giorno…”, “Si, l’ho visto ed abbiamo parlato per qualche minuto..,“Sai, è il
    nostro orgoglio…”.
    Non mi rimaneva che la sola immaginazione!
    Spero tu possa leggere la presente e provare la stessa identica emozione che
    mi scombussola i sensi.
    Mi auguro di averti ritrovato….
    Lo so, posso sembrarti un nostalgico, un malinconico sentimentalone, ma il bene
    che ti ho voluto ed il rispetto che ti porto non hanno barriere.
    Sono Vincenzo (Enzo) Crapula.
    Con sentito affetto….

  3. Salve Sebastiano,
    Le ho inviato una e-mail all’indirizzo indicato su questo blog. Riguarda il poeta Giovanni Bruno.
    Cordiali saluti e Auguri di Buon Anno.

  4. Abbiiamo frequentato la 5° elementare insieme e gia si vedeva la tua cultura diversa dal resto della classe.
    volevo solo salutarti: sei diventato un grande,
    sono passati troppi anni forse non ti ricordi piu dime.
    Carmelo C….. da Cassibile.

    ( Complimenti per quello che fai, e Auguri di Cuore )

  5. Ciao Carmelo, probabilmente ti confondo con un altro Carmelo, mi piacerebbe molto ricordare chi sei. Dammi delle dritte. Comunque per il mio lavoro: grazie! Non sono un grande. Ho slo seguito il mio istinto, cercando di fare le cose che mi venivano meglio, come dovrebbero fare tutte le persone. Un abbraccio
    Sebastiano.
    p.s. Se sei su facebook, mandami una richiesta di amicizia

  6. Gentile Sebastiano,
    ringraziandola per l’attenzione al volume della D’Amato, Poesie a Comitò,
    ci permettiamo di indicarle il nome corretto della nostra casa editrice: Noubs Edizioni.

    Un caro saluto,
    NOUBS EDIZIONI
    noubs.wordpress.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...